Progresso

Trombosi di banche
sui muri e le strade.
S’aggrumano, fatali
promesse sporche
tare da crescere.
Battute, bastarde
alle ritrosie immorali
non resta che bere.
 
Avidi e infetti
andiamo di bocca
all’oro maligno.
Grassi bicchieri
contano e dividono
l’ultimo sangue: sfinita
sbava nera
la sete dei porci.
 
Fallimenti come incanti
e l’euforia è per gli zeri.
S’aggrappa ai pomeriggi
il tuo sapore, furore di fiori
e pretende fuori tempo.
I numeri frementi
già ripensano tutti i paesaggi 
e la redenzione del corpo.

Condividi :